I Gelsi

I gelsi sono una tipologia di piante appartenenti alla famiglia delle “Moraceae”. Si distinguono in due tipologie, ossia i bianchi (Morus alba) ed i neri (Morus nigra) in base al colore dei loro frutti.
I gelsi bianchi, dalla chioma densa e dalle foglie ovali di colore verde scuro e con margine dentato, sono originari della Cina ed importati, fino alla metà del XX° secolo, in Europa per la pratica della bachicultura, in quanto le loro foglie venivano usate come alimento base per l'allevamento dei bachi da seta; poi, con l'affermarsi dei tessuti sintetici, tale allevamento è andato scomparendo e con esso anche il gelso. Il gelso nero, simile alla specie bianca ed originario dell'Asia Minore e dell'Iran, fu introdotto in Europa forse già dalla prima metà del XVI° secolo. L'altezza di questi alberi può raggiungere i 15 metri; dai loro tronchi si ricava un'ottima legna da ardere e da lavorare; i loro frutti, ricchi di succo ed il cui aspetto è simile alle more di rovo, per l'elevato contenuto di zuccheri, erano utilizzati, un tempo, come edulcoranti e considerati lassativi, ma, possono, oggi, essere annoverati tra i “frutti dimenticati”, in quanto la loro produzione e la susseguente commercializzazione risultano essere fortemente limitate. La fioritura di questi alberi avviene tra aprile e maggio, la maturazione del frutto nel periodo giugno-luglio. Queste piante sono diffuse in una fascia altitudinale che va dalla pianura alla montagna; nonostante siano resistenti alle varie condizioni climatiche e non abbiano bisogno di particolari cure, sono, tuttavia, delle piante in via di estinzione.

Marco

Phasellus facilisis convallis metus, ut imperdiet augue auctor nec. Duis at velit id augue lobortis porta. Sed varius, enim accumsan aliquam tincidunt, tortor urna vulputate quam, eget finibus urna est in augue.

Nessun commento:

Posta un commento