L'Olio calabrese

© riccardo bruni - fotolia
La Calabria è una delle regioni italiane con un’altissima produzione olivicola. La coltura dell’ulivo ha, infatti, origini secolari in questa terra. L’olio, definito “il condimento degli dei”, largamente impiegato nella cucina locale, è prodotto su tutto il territorio regionale. Dalla polpa fresca delle olive, con acidità relativamente bassa, sapore fruttato con spunti di piccante e amaro, si prepara l’olio extravergine di oliva calabrese; tra i maggiormente noti a livello nazionale troviamo: Lamezia Dop, Bruzio Dop, Colli di Tropea, Savuto, Locride. Le olive raccolte che non sono usate per l’olio, vengono preparate con diverse tecniche di conservazione: alla calce, in salamoia, nella giara, infornate, ecc. Il periodo di raccolta delle olive va dall’inizio di novembre all’inizio di dicembre; il primo olio si ha dopo appena 10-15 gg.

Luoghi: Lamezia, Tropea, Cosenza, Valle del Savuto, Locri (Calabria)

Marco

Phasellus facilisis convallis metus, ut imperdiet augue auctor nec. Duis at velit id augue lobortis porta. Sed varius, enim accumsan aliquam tincidunt, tortor urna vulputate quam, eget finibus urna est in augue.

3 commenti:

  1. Que rico el aceite de oliva, sólo, en salsas, en ensaladas, es un auténtico lujo en la mesa. No puede faltar en ninguna casa y sobre todo en aquellas en las que nos gusta tanto la cocina.
    Un besín.

    RispondiElimina
  2. Che buonooooooooooooooooo! Ciao
    M.G.

    RispondiElimina