Il Tartufo di Pizzo Calabro

Gelato al pistacchio
Il suo nome deriva dalla somiglianza della sua forma a quella del più rinomato tubero nerastro di terra, il “tartufo nero”. Tale gelato, preparato artigianalmente e lavorato a mano in tutte le gelaterie della cittadina di Pizzo Calabro, comune situato sulla costa tirrenica del vibonese, gode ormai di fama internazionale. E’ al gusto di cioccolato nero o bianco, a forma di semisfera con, al suo interno, un cuore di cioccolato fondente fuso e ricoperto di polvere di cacao all’esterno. Per la sua produzione non vengono adoperati coloranti, conservanti ed additivi. Da alcuni anni le gelaterie locali, che lo producono artigianalmente durante tutto l’anno, hanno avviato una commercializzazione ed una esportazione su vasta gamma e dunque non risulta difficile reperirlo in ristoranti o nei bar di tutto il meridione. Per quanto attiene alla categoria dei “gelati di Pizzo” meritano, inoltre, una menzione particolare la nocciola imbottita, il riccio di mare, il gelato al pistacchio.

Luoghi: Pizzo Calabro (VV, Calabria)

Marco

Phasellus facilisis convallis metus, ut imperdiet augue auctor nec. Duis at velit id augue lobortis porta. Sed varius, enim accumsan aliquam tincidunt, tortor urna vulputate quam, eget finibus urna est in augue.

12 commenti:

  1. Mannaggia quanti argomenti interessanti nel tuo blog! Complimenti davvero! Questo gelato, qui dove abito, solo in sogno e sul tuo blog posso averlo! Un bacione

    RispondiElimina
  2. io amo il tartufo di pizzo!!!!L'ho mangiato a dicembre!quando sono tornata per le vacanze!!!

    RispondiElimina
  3. l'ho mangiato e mi è piaciuto tantissimo!!!

    RispondiElimina
  4. Ciao , piacere di conoscerti,complimenti per il tuo blog,e questo post e' veramente molto interessante.Io il tartufo di pizzo non l'ho mai assaggiato.Vorra' dire che mi tocchera' venire nella splendida Calabria per assaggiarlo.
    A vederlo in foto fa venire l'acquolina.
    Un saluto e una buona domenica.
    Intanto divento tua sostenitrice,cosi' non mi perdo niente.
    Se ti va di passare da me ti aspetto.
    Ciao e buona domenica,Fausta.

    RispondiElimina
  5. This is a lovely dish and I'm sure quite delicious. I hope you have a great day. Blessings...Mary

    RispondiElimina
  6. interessante e golosa questa preparazione che io sconoscevo..grazie per averla porposta e fatta conoscere..ciao!!!

    RispondiElimina
  7. Ciao,
    sono Martina e vorrei invitarti a partecipare ad un contest su GialloZafferano che ti da la possibilità di vincere un premio d’eccezione: cucinare la tua ricetta a Vinitaly 2011!
    GialloZafferano in collaborazione con Venezia Opportunità, l’Azienda Speciale della Camera di Commercio di Venezia, propone un contest pieno di sorprese: Venezia nel piatto!
    Di cosa si tratta? Semplice!
    Crea una ricetta utilizzando uno degli ingredienti proposti, fotografala e postala sul Foum di Giallo Zafferano.
    Di tutte le ricette che parteciperanno al contest, cinque verranno selezionate da GialloZafferano e da Venezia Opportunità e verranno presentate a Vinitaly 2011 (Verona, 7-11 Aprile).
    Nel corso della manifestazione il vincitore dovrà cucinare la propria ricetta che verrà degustata insieme al vino DOCG Lison insieme a Sonia Peronaci nello Stand di Venezi@ Opportunità.
    Per maggiori informazioni, leggi il regolamento completo che trovi qui:
    http://www.giallozafferano.it/Vinitaly-venezia-nel-piatto.html
    Ti aspettiamo!

    RispondiElimina
  8. ciao! carino il tuo blog! mia madre è calabrese e da piccola ci venivo sempre! mi ricordo che mangiavo la pita appena sfornata e la soppressata che macchiava di sugo la mollica!ma il tartufo non lo conoscevo!
    alla prox

    RispondiElimina
  9. Hola, que rico, tiene pinta de estar delicioso.
    Si me aceptas me quedo en tu blog.
    Saludos

    RispondiElimina
  10. Che meravigliaaaaaaaaaaaaaaaaaaa. La nostra terra è ricca di sapori e profumi inconfondibili. Mio figlio minore adora i tartufi di Pizzo. Complimenti a te che, tramite questo bel blog, fai conoscere i nostri prodotti migliori. Ciao
    M.G.

    RispondiElimina
  11. Ciao, volevo segnalare che quello in foto non è il famoso tartufo di pizzo... il tartufo di pizzo è con nocciola cioccolato e fondete fluido all'interno ricoperto con polvere di cacao e zucchero...

    http://tartufodipizzo.blogspot.com/

    RispondiElimina
  12. bell articolo alla fine l'importante è il palato la foto nn rappresenta in pieno il tartufo ma la Calabria è nota per le bellissime coste, il mare blu, angoli di natura selvaggia e paesi dove sopravvivono antiche tradizioni e le testimonianze di un passato importante.
    potete visitare il mio sito www.tripincalabria.com

    RispondiElimina