Le Castagne

La castagna è un frutto utilizzato da tempi antichissimi, citato e rappresentato da grandi poeti e pittori del passato. Per secoli ha rappresentato la principale fonte alimentare delle popolazioni degli appennini durante l'autunno e l'inverno, preparate bollite, arrostite o cotte in forno. Un altro importante utilizzo era relativo alla produzione di farine, che ha oggi un'importanza marginale e circoscritta alla produzione di dolci tipici regionali, come il “castagnaccio” in Toscana e il “panmorone” in Liguria. Particolarmente diffusa è, invece, oggi la commercializzazione diretta del frutto, propria dei mesi autunnali ed invernali, e la produzione industriale di confetture e “marron glacé”. Le sue principali qualità nutritive rappresentate da una buona dose di fibre, potassio, vitamine B e carboidrati complessi fanno di questo frutto un alimento sano e richiesto sul mercato. Nel Bel Paese esistono numerose varietà di castagne; tra le più famose si annoverano quelle del Mugello (con marchio IGP), di Cuneo (con marchio IGP), di Montella (con marchio IGP) e di Marradi. Una distinzione che non ci è sempre chiara è quella tra la castagna ed il marrone. Le principali differenze sono: le castagne sono il frutto dell'albero selvatico, hanno forma, dimensione e sapore molto variabili anche se prodotte dallo stesso albero; i marroni, invece, sono prodotti dall'albero coltivato e hanno caratteristiche (dimensione, forma, ecc.) più standardizzate.

Luoghi: Cuneo (Piemonte), Mugello e Marradi (Toscana), Montella (Campania)

Marco

Phasellus facilisis convallis metus, ut imperdiet augue auctor nec. Duis at velit id augue lobortis porta. Sed varius, enim accumsan aliquam tincidunt, tortor urna vulputate quam, eget finibus urna est in augue.

Nessun commento:

Posta un commento