Un frutto di stagione: la Nespola

Questi frutti iniziarono la loro diffusione in Europa all'inizio del 1800; il primo esemplare infatti fu impiantato nel giardino Botanico di Parigi nel 1784, ed in seguito, ai Kew Gardens di Londra nel 1787. Il nespolo è, in realtà, originario del Sud-Est della Cina. E' stato già pensato per essere strettamente legato al genere “Mespilus”, ed è ancora noto anche come il nespolo giapponese.
L'albero del nespolo, dal greco Eriobotrya japonica (“grappolo peloso”), è un arbusto sempreverde di grandi o piccole dimensioni, con una corona arrotondata, tronco corto e lanosi rametti. L'albero può crescere fino a 5-10 metri di altezza, ma spesso è più piccolo, circa 3-4 metri. Le foglie sono alterne, semplici, lunghe circa 10-25 cm, di colore verde scuro, dure, con un margine seghettato, e densamente vellutate e pelose al di sotto. I fiori sono 2 cm di diametro, di colore bianco, con cinque petali ed un aroma dolce ed inebriante. I frutti del nespolo, già conosciuti in epoca romana, crescono a grappoli, sono ovali, arrotondati o a forma di pera, della lunghezza di 3-5 cm, con pelle liscia e sottile di colore gialla o arancione, a volte rossa; la loro maturazione avviene in tardo inverno o all'inizio della primavera, la polpa è bianca, gialla o arancione ed il sapore è un misto di pesche, agrumi e mango, può dunque essere dolce o acido, a seconda della cultivar.

Marco

Phasellus facilisis convallis metus, ut imperdiet augue auctor nec. Duis at velit id augue lobortis porta. Sed varius, enim accumsan aliquam tincidunt, tortor urna vulputate quam, eget finibus urna est in augue.

1 commento:

  1. Adoro le nespole, per me sono come le ciliegie, non riesco a fermarmi!
    Da oggi ti seguo anch'io, così non mi perderò i tuoi prossimi articoli!
    Ciao e buon fine settimana!

    RispondiElimina