Il fagiolo di Caria

© Comugnero Silvana - Fotolia.com

Questo prodotto della tradizione alimentare calabrese, dal seme bianco e caratterizzato da un sapore dolce e cremoso, conosciuto dialettalmente anche col nome di sujaca o suriaca, è tipico della frazione di Caria, nel comune di Drapia, situato sull'altopiano del Poro a circa 700 metri sul livello del mare, nel vibonese, dove viene coltivato da più di cinquanta anni. Da sempre definito “la carne dei poveri” in quanto elemento nutrizionale consumato, prevalentemente, dalla classe contadina in sostituzione della carne. Le varietà coltivate sono: i cannellini, i fagioli al burro, la suriaca paesana. Il periodo di raccolta varia dai 2 ai 4 mesi dopo la semina. Ogni anno, il giorno 6 del mese di agosto nel comune suddetto viene organizzata la “Sagra della suriaca” con degustazioni e spettacoli.

Luoghi: Drapia, VV (Calabria)

Marco

Phasellus facilisis convallis metus, ut imperdiet augue auctor nec. Duis at velit id augue lobortis porta. Sed varius, enim accumsan aliquam tincidunt, tortor urna vulputate quam, eget finibus urna est in augue.

3 commenti:

  1. Un plato de cuchara estupendo, sobre todo para estas fechas que hace tanto frío.
    Un besín.

    RispondiElimina