L'origine delle zeppole di San Giuseppe

La zeppola è un dolce della tradizione conventuale napoletana (secondo alcuni nascono nel convento di San Gregorio Armeno, secondo altri in quello di Santa Patrizia), tipico del giorno di San Giuseppe (19 marzo). La sua pasta, facile da preparare anche in casa, è quella dei bignè e può essere fritta (l'originale) o cotta al forno (variante di epoche successive). Ma la loro vera origine viene fatta risalire al periodo dell’antica Roma quando, il giorno del 17 marzo, si celebravano le “Liberalia”, feste in onore delle divinità del vino e del grano. Per omaggiare Bacco e Sileno si beveva tanto vino e si friggevano frittelle di frumento. A San Giuseppe, che si festeggia solo due giorni dopo, la fanno da protagoniste le discendenti di quelle storiche frittelle: le zeppole di San Giuseppe. Nel settecento, invece, il 19 marzo le friggitorie partenopee, in onore a San Giuseppe (loro santo protettore), allestivano dei banchetti davanti alle loro botteghe, per friggere e servire le zeppole direttamente in strada. Oggi è facile trovarle quasi tutto l’anno nelle pasticcerie del meridione d'Italia, specialmente nel formato “mignon”. Col tempo allo zucchero e alla cannella si è sostituita, come guarnizione, la crema pasticcera e l’amarena.

Luoghi: Napoli (Campania)

Marco

Phasellus facilisis convallis metus, ut imperdiet augue auctor nec. Duis at velit id augue lobortis porta. Sed varius, enim accumsan aliquam tincidunt, tortor urna vulputate quam, eget finibus urna est in augue.

6 commenti:

  1. Ne farei delle vere scorpacciate le adoro e le tue sono golosissime!!baci,Imma

    RispondiElimina
  2. Gnam sembrano davvero deliziosi!!
    Complimenti e bacioni

    RispondiElimina
  3. Un'infinita golosità! Ho indetto un contest, se ti va di partecipare lo trovi qui: http://acquaefarina-sississima.blogspot.it/2012/03/e-tute-li-fai-duspaghi-il-mio-primo.html Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  4. Davvero squisite!!! Mi spiace non aver partecipato al tuo contest ma solo ora ne ho preso visione. Se dovessi dare una piccola proroga fammi sapere: ho già la ricetta pronta! Un abbraccio e a presto

    RispondiElimina